Inseminazione artificiale (IA)

Consiste nell'introduzione all’interno della cavitá uterina della donna di un campione di seme con espermatozoi selezionati in laboratorio. Quando gli spermatozoi provengono dal partner si parla di inseminazione omologa. Se gli spermatozoi provengono da una banca di seme si parla invece d'inseminazione eterologa.

Procedimento standard di un'inseminazione artificiale:

matruazione
1) Mestruazione

Il ciclo di inseminazione inizia in concomitanza della mestruazione, dopo aver svolto un primo colloquio e tutti gli esami preliminari. 

 

ecografia

2) Controllo dell'ovulazione

È il monitoraggio ecografico (ecografie transvaginali) per controllare la crescita dei follicoli ovarici che daranno luogo agli ovociti.

Questa fase puó essere effettuata:

  • in un ciclo naturale: controllando il ciclo ovulatorio spontaneo della donna, oppure
  • in un ciclo stimolato:  effettuando una stimolazione ovarica e un'induzione farmacologica dell'ovulazione, cioè somministrando ormoni (FSH/LH) a un dosaggio molto basso per via sottocutanea. Questo permette lo sviluppo di almeno 2 o 3 ovuli e incrementa la possibilità di successo.

Questa prima fase in genere dura dagli 8 ai 15 giorni. Per il monitoraggio della ovulazione sono necessarie approx. 2-3 ecografie transvaginali di controllo. Tutte le ecografie possono essere effettuate presso i nostri ginecologi di fiducia in Italia.

 

inseminazione

3) Inseminazione

Si effettua il giorno dell'ovulazione, 39-40 ore dopo la somministrazione di un farmaco che induce la maturazione finale degli ovociti e l'ovulazione. E’ un processo semplice, indolore e molto simile a una visita ginecologica. Si carica il campione di spermatozoi selezionati in una cannula sottile e la si inserisce nell’utero della donna.

É questo l’unico momento dove é necessario essere a Madrid. Non é necessario pernottare.

VIDEO INSEMINAZIONE

 

test

4) Test di gravidanza

Dopo 15 giorni dall'inseminazione si effettua, in Italia, un test di gravidanza.

 

 

inseminazione omologa fivmadridInseminazione omologa

L'inseminazione artificiale omologa avviene durante l'ovulazione della donna, e consiste nell'introdurre nell’utero lo sperma del partner adeguatamente preparato in laboratorio.

Quando si propone un'inseminazione omologa (IAC)

    • Se dopo un anno di tentativi e uno studio accurato non siete riusciti a capire la causa dell'infertilità
    • Quando é presente una leggera variazione della qualitá o della quantitá dello sperma e nelle disfunzioni erettili del partner
    • Quando esiste una disfunzione dell'ovulazione o alterazioni anatomiche o funzionali dell’apparato genitale femminile.

 

inseminazione eterologa fivmadridInseminazione eterologa

Questa tecnica consiste nell'introdurre all’interno della cavitá uterina della donna un campione di seme con spermatozoi selezionati in laboratorio.

Si parla di inseminazione eterologa quando gli spermatozoi utilizzati provengono da una banca del seme.

Quando si propone un'inseminazione artificiale con donatore (IAD)?

E’ il primo trattamento che viene consigliato alle donne che non hanno un partner maschile.
Nelle coppie, invece, viene proposta l'Inseminazione artificiale con donatore  quando nell’uomo viene riscontrata una deficienza nella produzione di spermatozoi (azoospermia) o sono presenti malattie ereditarie e non si desidera effettuare un diagnostico genetico preimplantatorio (DGP).

in generale sconsigliamo di realizzare piú di 4-6 inseminazioni: l'evidenza scientifica ha provato che le possibilitá di successo non aumentano con più tentativi. Piuttosto, é meglio cambiare trattamento di PMA (orientarsi per esempio verso la FIVET)”