Chi deve ricorrere a una biopsia testicolare

La biopsia testicolare si attua generalmente in seguito a una vasectomia o nel caso all’uomo sia stata diagnosticata un'oligospermia severa o azoospermia (per esempio per ostruzione dei vasi deferenti), e quindi non si riscontrano spermatozoi nell’eiaculato. Una volta ottenuti gli spermatozoi, si procede alla microiniezione intracitoplasmatica (ICSI) senza dover ricorrere al seme di donatore.

La biopsia di testicolo è una tecnica che Fivmadrid offre ai suoi pazienti da oltre 10 anni.

Procedimento per una biopsia testicolare

Prima dell’intervento, il nostro urologo ti darà tutte le informazioni relative al procedimento e ti darà le seguenti istruzioni:

  • La sera prima dell'intervento dovrai radere i peli sullo scroto. E' importante poi pulire bene con acqua e sapone gli eventuali residui.
  • Dovrai acquistare un sospensorio scrotale reperibile in farmacia (taglia 5 o 6).
  • Se non lo hai già fatto, dovrai firmare il consenso informato e consegnarlo in clinica. L’operazione non potrà essere effettuata senza questo requisito.
  • Ti si richiederà di essere a digiuno da almeno 6 ore prima dell'intervento.
  • Il giorno prima dell’intervento, il giorno dell’intervento e quello dopo dovrai assumere i farmaci indicati dal medico.

In sala operatoria

Per la preparazione che precede l’estrazione di un piccolo campione di tessuto testicolare, in sala operatoria, si procede nella seguente maniera:

  • La zona verrà pulita con soluzione antisettica
  • Si preparerà il campo sterile
  • Il chirurgo applicherà un leggero sedativo
  • Si opererà un’incisione di 1-2 cm circa, da cui estrarre un piccolo campione di tessuto
  • Il tessuto si porterà al laboratorio dove i biologi analizzeranno se ci sono spermatozoi sufficienti. Una volta confermato questo, l’urologo procederà a suturare la ferita.
  • Si procederà a mettere il sospensorio che dovrai usare per 2-3 giorni.

Dopo l’intervento, dovrai seguire le seguenti indicazioni:

  • Non è consigliato guidare immediatamente dopo l’intervento.
  • Se senti dolore, assumere Ibuprofene 600mg o Nolotil ogni 6-8 ore
  • 24 ore dopo l’intervento è possibile togliere il sospensorio per fare la doccia; dopo la doccia, e durante una settimana, applicare una soluzione antisettica. Usa sempre garze sterili e indossa il sospensorio.
  • Non praticare grandi sforzi fisici né rapporti sessuali per almeno 7 giorni dopo l’intervento

Cosa può accadere dopo l’intervento

  • Apparizione di gocce di sangue provocate dall’incisione, durante le prime 24-48 ore successive all’intervento
  • Apparizione di ematomi nella zona dello scroto e del pene
  • Dolore e pesantezza nei testicoli e al basso ventre per 5-6 giorni, anche se a volte si prolunga per più tempo. Diminuisce o passa usando il sospensorio e analgesico, anche se a volte è necessario continuare ad assumere Ibuprofene 600 mg e un protettore gastrico (Omeprazolo)
  • I punti cadono da soli. In alcuni casi la ferita si apre leggermente e potrebbero uscire gocce di sangue. In questo caso basta prolungare le cure localizzate fino alla chiusura della ferita.

Se stai per sottoporti a questo tipo d’intervento e hai ulteriori dubbi, contattaci, siamo sempre a tua disposizione per chiarirli.