Cos'è la donazione di ovuli e perchè donarli?

Molte donne non possono avere figli per problemi di fertilità (menopausa precoce, malattie, chirurgie o altre cause). Un trattamento alternativo, per poter rimanere incinta, è il ricorso a una ricezione ovocitaria. Così, donare ovuli diventa un gesto generoso di una donna verso un’altra.

La donazione degli ovuli é la donazione anonima, altruista e disinteressata degli ovuli di una donna ad un’altra, affinché quest’ultima possa avere figli.

Aspetti legali per la donazione di ovuli

In  Spagna, sede della nostra clinica, la donazione é permessa fin dalla prima legge del 1988. e attualmente è regolata dalla legge 6/2006 e dal RD 1301/2006.

Ci sono alcune regole legislative che vanno rispettate tra le quali:

  • La legge spagnola permette la donazione a patto che sia anonima e altruista.
  • La donante non avrà diritto di conoscere l’identità del figlio nato, né il figlio l’identità della donante.
  • La donna ricevente non potrà apportare né scegliere la sua donante
  • La donazione di gameti è un contratto gratuito, formale e confidenziale stipulato tra il donatore e il centro autorizzato.
  • Il centro autorizzato é obbligato a garantire la riservatezza sui dati identificativi dei donatori.

E' un atto di altruismo, nonostante questo la legge prevede un compenso economico per le spese di viaggio, assenze lavorative durante il monitoraggio ecográfico, il check-up, ecc…

La Legge spagnola prevede inoltre un massimo di 6 figli vivi sul territorio spagnolo per donante.
Prima di iniziare il trattamento, la donante firmerà un consenso nel quale le verranno spiegati il processo e gli aspetti legali della tecnica e dove rinuncia espressamente a qualsiasi diritto di filiazione sul frutto della sua donazione.

Chi può donare gli ovuli?

Per legge qualsiasi donna tra i 18 ed i 35 anni, sana, che desideri aiutare altre coppie (l’età media delle nostre donatrici è di 24 anni).

La donatrice deve essere in buone condizioni di salute psicofisica e non avere antecedenti familiari di malattie genetiche nel momento della donazione.

Lo studio clinico alla quale è sottoposta comprende:

  • cartella clinica minuziosa e dettagliata
  • visita ginecologica
  • analisi del sangue ed ecografie
  • studio microbiologico vaginale e del collo dell’utero
  • test per le malattie infettive
  • cardiotipo (studio genetico) 
  • test psicologico

La scelta della donante per ogni coppia spetta per legge all’equipe Medica e deve garantire per quanto possibile  una  somiglianza física, etnica e immunitaria.

Dal 1º aprile 2015 abbiamo introdotto per una maggior tutela dei nostri pazienti alcune esami specifici tra i quali:

  • fibrosi cística
  • studio talassemia
  • x fragile
  • atrofia muscolare spinale

Un'opzione interessante per le coppie che intraprendono il cammino dell'ovodonazione con sperma del partner.

La donante e il partner, presso il nostro centro possono realizzare uno studio genetico piú approfondito che permette di scartare più di 400 patologie trasmissibili che si possono trasmettere (anche nel caso il partner ne fosse portatore) .